• Eleonora Tassani

Immagini dall'inconscio, i simboli per l'anima.

Durante il lockdown, dopo un primo periodo di sgomento, ho cominciato a fare qualche piccola sovversione delle mie abitudini e ho fatto breccia nel mio schema mentale, soprattutto riguardo alla gestione del tempo e al controllo. Ho deciso di lanciare ufficialmente, prima del previsto, un nuovo progetto che avevo in lavorazione e senza essere davvero pronta.

Così ho scritto un "appello" (o, meglio, un articolo nel blog che puoi leggere qui) a voi lettori, chiedendovi di partecipare alla fase sperimentale dell'idea che mi era venuta e che avete accolto in tanti, più del previsto!

Ricapitolando.

L'iniziativa coniuga la mia passione per il disegno con l'ascolto empatico di una voce.

Come tanti, quando parlo al telefono, cerco carta e penna e comincio a tracciare dei segni, disegno forme, linee, figure di ogni genere si materializzano.

In un giorno come tanti e senza un apparente motivo, ho guardato diversamente cosa avevo creato sul foglio, quel disegno aveva qualcosa in più, mi stava parlando. Quando un disegno ti attira e sembra che ti stia comunicando un messaggio che però appare alquanto misterioso, bè, questo è molto simile a quello che succede davanti ad un simbolo.

Così ho cominciato a telefonare agli amici e a prestare attenzione a quello che si formulava sul foglio. Ho notato che le forme e i colori scelti cambiavano a seconda della voce ascoltata, del tono, del contenuto. Non c'era un pattern di ripetitività. Solo lo stile del tratto, il mio ovviamente, restava simile.

A quel punto ho capito che le immagini nate erano dirette all'interlocutore che le aveva ispirate. Io cessavo di essere artista e diventavo canale. Per questo ho sentito che erano simboli!

E, ancora una volta, sento necessario dare questa spiegazione:

Un disegno diventa simbolo quando è dotato di una vita propria

grazie all'energia impressa nell'attimo della sua creazione,

e quando, mi sento di aggiungere,

non è la mente cosciente ad averlo creato.

L'atto creativo cessa di essere l'espressione intima dell'artista stesso, racchiude qualcosa di più ampio

e allo stesso tempo misterioso.

Un codice che può essere colto solo dal cuore di chi lo osserva.


La quarantena impediva di incontrarsi fisicamente, per questo mi è sembrato il momento giusto per... telefonare! E proseguire la sperimentazione a livello ufficiale.

Ho chiesto tramite il blog dieci volontari armati di cellulare e di voglia di chiacchierare.

Insieme ai miei interlocutori abbiamo scoperto che posso tranquillamente parlare mentre disegno. Normalmente quando si disegna con un intento di progettazione, questo non succede facilmente, perché l'area del cervello dedicata alla parola è la stessa che si occupa dell'atto disegnativo. In questo caso non c'è problema, manca l'intenzione cosciente nel muovere la mia mano sul foglio. Sono totalmente impegnata nell'ascolto, per cui, molto semplicemente, quello che prende il sopravvento è il sentire puro e che si traduce nella voglia di fare un gesto piuttosto che un altro o di aggiungere un giallo piuttosto che un azzurro.

Ho dedicato un articolo specifico alla fase sperimentale in cui entro nel dettaglio di questa "qualità" del cervello e puoi leggerlo qui.


Il risultato di questo incontro basato sull'ascolto di una voce

è un disegno astratto, un'immagine che nasce

dall'inconscio della sorgente del suono,

un simbolo diretto all'anima che lo ha ispirato.


Simbolo per l'anima.

Senza prestare attenzione all'orologio, mi sono resa conto che, solitamente dopo circa un'ora di colloquio, il disegno lo sento finito e pronto per essere consegnato!

Tutti i partecipanti hanno ricevuto tramite foto e poi, quando è stato possibile, a mezzo corriere il proprio simbolo. Quello che ho chiesto loro per completare la sperimentazione, è di inviarmi dei feedback al ricevimento del disegno e poi nel tempo, quando lo ritenevano opportuno. L'importante è che lo tenessero visibile ai loro occhi, al loro inconscio.


Cosa accade una volta ricevuto il disegno?

Quello di cui ho premura oggi, è di raccontare quello che succede o può succedere una volta ricevuto il proprio simbolo.

“Delicato, etereo, liquido”;

"Molto emozionata. Luce e Aria. Ascesa. Mi commuove, sai?!

Sento una potenza in quest'immagine che fatico a descriverti al momento."; "Malinconico, vitale.";

"Così, di primo acchito, ho provato una certa energia! Evviva!".

Queste sono alcune impressioni che mi sono arrivate alla prima vista del proprio simbolo.

Queste frasi, queste parole esprimono non solo un'opinione alla vista di ciò che si trovano davanti, ma racchiudono un corollario emozionale che esprime il sentire della propria anima.

Non è semplicemente l'immagine ad essere così

come viene descritta,

è l'anima della persona che ha ispirato il disegno ad essere così!

E il simbolo è dunque la "fotografia" di quell'anima

in quel preciso momento.

È per questo che tenere alla propria vista il disegno è utile, serve a ricordare ciò che non abbiamo il coraggio di dirci o che non crediamo di essere o non vediamo in noi.

Come dico quando lo consegno: "Disponilo in un punto della casa in cui passi spesso, non serve che tu stia consciamente fermo a guardarlo, l'importante è che possa "lavorare" sul tuo inconscio e quello è attivo e percettivo anche quando non ce ne accorgiamo". È veloce nel ricevere e ci vede benissimo!


"Se prima mi attirava, mi piaceva un sacco e avevo anche una certa riverenza, ma allo stesso tempo delle ostilità, una non-accettazione forse, ora invece sento una complicità, una compagnia."


"Mi comunica uno stato di tranquillità apparente, dentro c’è una luce che forse io non vedo, ma che comunque, nonostante le mie barriere ed io non me ne renda conto, emerge!"


Queste sono le impressioni di alcuni dei dieci volontari dopo un mese o due dal ricevimento del loro simbolo. Sono arrivate in maniera spontanea e questo mi fa molto piacere!

Qui le emozioni espresse diventano più strutturate, c'è riflessione, trasformazione, accettazione, movimento! Io trovo che siano intense e bellissime! E sono così felice che siano stati i simboli a suscitarle e sostenerle!

Voglio ricordare che non esiste guarigione o crescita o trasformazione se non siamo noi per primi a volerlo. Per questo, citando i racconti biblici, i miracoli avvengono solo quando c'è una conversione.

Significa che solo quando c'è

un cambio di direzione per libera scelta del cuore,

la trasformazione si espande al pensiero

e diventa contingente, in questo modo gli eventuali

aiuti esterni risultano efficaci e raggiungere

uno stato di benessere globale diventa più facile.


I simboli per l'anima, lungi dal voler fare miracoli,

sono un contributo delicato, sottile e concreto

per la fioritura della propria anima.

Questo progetto per me rappresenta un frutto importante e per questo oggi lo metto al servizio degli altri, affinché possa spargere semi luminosi.

Se c'è una cosa che ho imparato nel mio percorso all'interno della tradizione Maya Nahual è l'importanza dell'intenzione.

Spiego meglio. È nel momento che decidiamo fermamente e con fiducia di intraprendere un'azione e la concretizziamo nel primo passo, che si aprono altri scenari, a volte imprevedibili, di solito molto interessanti.

Significa che nella decisione di questo o un altro tipo di consulenza si sta attivando un'intenzione basata sulla fiducia e questo crea una sorta di "patto" che rende più efficace il servizio o il trattamento. Per questo è importante scegliere con cura.

Concretamente la consulenza comincia nel momento che si fissa l'appuntamento e non finisce con la telefonata, continua dopo, quando si riceve il disegno e la durata è priva di una definizione precisa.

Ho il piacere di informarvi che la consulenza è ufficialmente attiva e acquistabile.

È possibile scegliere di ricevere il proprio simbolo dell'anima solo tramite foto e scansione (Immagini dall'inconscio, i simboli per l'anima VERSIONE DIGITALE) oppure si può richiedere l'invio dell'originale (Immagini dall'inconscio, i simboli per l'anima CON INVIO DEL DISEGNO ORIGINALE).

Voglio ricordare che per gli iscritti alla newsletter è riservato un ulteriore sconto da aggiungere a quello promozionale. (Se non sei iscritto puoi farlo qui. Ti consiglio di iscriverti prima di procedere all'acquisto ;-)


Nelle prime due settimane in cui ho attivato il servizio online mi è capitato di fare due telefonate a sorpresa come regalo di compleanno!

Regalare la consulenza "Immagini dall'inconscio, i simboli per l'anima" è un'idea originale e che denota un'attenzione e una cura particolare per la persona a cui sta andando il tuo pensiero.

Se sei interessato a regalarla, semplicemente acquista la consulenza, quando ti contatto per fissare un appuntamento, mi comunichi che è un regalo e decidiamo insieme se fare una sorpresa o se recapitare una mail e/o un messaggio con un buono regalo.


Vi ringrazio per l'attenzione, la fiducia che mi riservate e al piacere di ascoltare le vostre voci vi saluto con un grande abbraccio!

Finalmente!

Eleonora

#animatrama #eleonoratassani #simboli #simbolo #simboliperlanima #immagini #immagine #immaginidallinconscio #inconscio #anima #progetto #nuovoprogetto #consulenza #servizio #ascolto #ascoltare #cuore #empatia #emozioni #benessere #illustrazione #disegno #disegnare #parlare #telefono #cellulare #fiorire #libertà #scelta #liberascelta #trasformazione #cambiamento #intenzione #mayanahual #nahual






0 visualizzazioni

Iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre aggiornato:

Eleonora Tassani - Forlì (FC) Italia                 C.F. TSSLNR76P53E522Y -  P.IVA IT 03441460403

Per informazioni info@animatrama.com      Cookie & Privacy - Condizioni di vendita        

  • facebook
  • Instagram
  • Pinterest