• Eleonora Tassani

I Felini, abili cacciatori con un mantello "magico".

Aggiornato il: 29 mag 2019


L’anno scorso a Tempo di Libri, la fiera dedicata all’editoria di Milano, io e Cristina abbiamo avuto il piacere di conoscere Sabrina Lorenzoni; si era fermata ad ascoltare la nostra presentazione dei quaderni degli Animali Guida presso lo stand della Macro e ne era rimasta affascinata tanto da volerci conoscere personalmente.

È nato da subito un buon feeling, sì, perché Sabrina è biologa, ama come noi gli animali, la sostenibilità, l’ambiente ed è “curiosa di natura”: questo il nome del suo Blog.

Come sapete, uno dei nostri intenti è di far conoscere gli Animali Guida, ne scriviamo le caratteristiche sia come archetipi a livello psicologico che come “Guide” dei piani sottili, tramandiamo le profonde conoscenze della tradizione cui appartengono, condividendone l’universalità.

C’è un dettaglio importante su cui vorremmo soffermarci oggi: gli Animali Guida sono fatti anche di un corpo concreto, tangibile e osservarli più da vicino equivale a comprenderli meglio. Per questo abbiamo chiesto a Sabrina di raccontarci la biologia degli Animali Guida e qualche curiosità.

Cominciamo con i Felidi o Felini.


I FELINI

I Felini sono i mammiferi carnivori più specializzati. Questo raggruppamento di animali comprende diverse specie tutte con caratteristiche molto simili tra loro: i felini sono riconoscibili quasi a prima vista.

Sono animali dal corpo muscoloso e flessuoso, con sensi molto acuti, denti e artigli sviluppati, riflessi scattanti e un mantello dai colori mimetici. Sono tutti cacciatori, molti anche esperti arrampicatori ed eccellenti nuotatori e quasi tutti sono animali solitari.

Occupano diverse aree geografiche: sono presenti in Europa, Asia, Africa e Americhe. Si possono trovare sulle vette alpine, così come nei deserti, ma amano in modo particolare le zone di foresta, ricche di acqua corrente.

Le caratteristiche che accomunano tutti i felini sono molteplici. Le loro zampe anteriori hanno cinque dita, mentre quelle posteriori solamente quattro. Possiedono artigli acuti e retrattili in modo da non farsi sentire quando si avvicinano a una preda. I loro occhi sono grandi e frontali, caratteristica utile per valutare con molta precisione le distanze. Le pupille sono contratte se c’è luce, mentre si dilatano al buio, proprio come quelle dei nostri gatti domestici.

Le orecchie sono larghe e mobili, in grado di convogliare i suoni in un unico punto. Le vibrisse sono sensibili e utili negli spostamenti e nella caccia.

Il senso dell’odorato è molto sviluppato.

I felini sono abili cacciatori. La caccia si può svolgere da fermi, con lunghi appostamenti e agguati o in modo attivo, correndo per catturare la preda. Non a caso uno dei più veloci animali al mondo è un felino: il ghepardo, che raggiunge la considerevole velocità di 110 chilometri orari.

Il mantello di questi animali è maculato e richiama le zone nelle quali vivono permettendo ai felini di mimetizzarsi con l’ambiente circostante.

Sono animali territoriali. Marcano il loro territorio e si accorgono immediatamente delle intrusioni di individui estranei.

I Felini come Animali Guida insegnano ad avere molto rispetto per la propria parte istintiva. Hanno bisogno di grandi spazi, del proprio ambiente e di stima per la forza e l’importanza che hanno in natura. Questo significa che è importante non reprimere il nostro istinto sovrano, ma imparare a incanalarlo e a utilizzarne il potenziale creativo.

Tra i grandi felini quelli che abbiamo notato comparire più spesso nei rituali e nei sogni sono: Tigre, Giaguaro e Leone.


La tigre (Panthera tigris) è il più grosso dei felini. La tigre siberiana, la più massiccia, può raggiungere i tre metri di lunghezza e pesare fino a 300 chilogrammi. I piccoli di questa specie sono molto dipendenti dalla madre fino all’età di due anni, quando incominciano a cacciare da soli. La tigre abita le zone dell’Asia orientale e meridionale, predilige gli habitat di foresta con disponibilità di acqua e di grosse prede. Sono animali solitari e cacciatori notturni. Possono mangiare fino a 40 chilogrammi di carne in una volta sola per poi digiunare fino a sei giorni. Delle otto sottospecie di tigre conosciute, purtroppo tre sono già estinte e le altre cinque sono fortemente a rischio.

Curiosità sulla tigre. La tigre è un animale originario dell’Asia, perciò la ritroviamo in molti miti e leggende dei popoli di queste terre. In Corea del Sud la tigre è venerata come un dio, uno spirito benigno che protegge gli uomini dal male. Dopo aver sconfitto i demoni, la tigre appariva bianca: questa leggenda potrebbe trarre origine dal fatto che le tigri albine sono note in natura, ma sono rarissime e vederne una è segno di grande fortuna. La tigre è anche un guardiano dei morti e si trova dipinta sulle tombe dei defunti dei popoli coreani e cinesi. Della tigre si ammirano la sua forza e ferocia, la sua bellezza e armonia. In Asia la tigre è il re degli animali. La tigre bianca rappresenta per alcuni popoli uno dei quattro animali guardiani che proteggono il mondo, simbolo dell’autunno, della forza e della giovinezza.


Il giaguaro (Panthera onca) è l’unico grande felino delle Americhe. Può raggiungere i due metri di lunghezza e pesare fino a 70 chilogrammi. È molto simile al leopardo, ma più tozzo e più robusto. Vive nelle foreste, in zone ricche d’acqua corrente o paludi. Caccia mammiferi di medie dimensioni, è un cacciatore solitario. Questo animale è a forte rischio di sopravvivenza a causa della distruzione dell’habitat nel quale vive.

Curiosità sul giaguaro. In Sud America il giaguaro è considerato il “Signore degli animali” grazie alla sua abilità nella caccia. Per il popolo Maya è uno dei tre animali che caratterizzano i guerrieri (nella tradizione esistono tre tipi di guerrieri: i guerrieri Aquila, i guerrieri Giaguaro e i guerrieri Farfalla). È simbolo di forza, di equilibrio, dell’etica eccelsa, del potere di espressione e della guida perseverante. Di giorno, il giaguaro gira sulla terra, mentre di notte regna nel mondo sotterraneo, per questo racchiude in sé le forze della luce e delle ombre.


Il leone (Panthera leo) è l’unico tra i felini a formare gruppi sociali molto stretti. Vive in Africa e Asia meridionale. Può raggiungere i due metri e mezzo di lunghezza e pesare fino a 180 chilogrammi. Le femmine vivono in piccoli branchi composti da circa sei individui, legati da parentela. Partoriscono e allattano insieme, nello stesso periodo. Le femmine cacciano in gruppo, mentre i maschi vivono e cacciano singolarmente. Per questi animali il gioco è molto importante: serve a stabilire la posizione di un individuo nel branco, a decidere quale ruolo avrà ogni femmina nella caccia, se spingerà il gruppo negli attacchi o tenderà l’agguato finale. Il ruggito del leone è molto potente tanto da essere sentito fino a nove chilometri di distanza. Questa caratteristica ha contribuito a fare del leone “il re degli animali”.

Curiosità sul leone. Questo felino era sacro agli Egizi. Vivendo ai margini del deserto i leoni erano considerati delle sentinelle a guardia dell’orizzonte orientale (alba) e di quello occidentale (tramonto). Per questa loro natura di sorvegliare, i leoni erano raffigurati in posizione di riposo e con gli occhi aperti, come se non dovessero dormire mai. La dea guerriera Sekhmet era raffigurata con le sembianze e la testa da leonessa. Era l’occhio vigile del dio Sole Ra. Anche nella mitologia greca troviamo il valoroso leone nella leggenda di Eracle che affronta il leone Nemea. Il leone rappresenta “il re degli animali” in occidente così come la tigre lo è per i popoli d’oriente.

#SabrinaLorenzoni #AnimaliGuida #felini #tigre #giaguaro #leone #GruppoMacro #Curiosadinatura

38 visualizzazioni

Iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre aggiornato:

Eleonora Tassani - Forlì (FC) Italia                 C.F. TSSLNR76P53E522Y -  P.IVA IT 03441460403

Per informazioni info@animatrama.com      Cookie & Privacy - Condizioni di vendita        

  • facebook
  • Instagram
  • Pinterest